La candlestick analysis rappresenta il sistema migliore per individuare le figure di inversione del trend con maggiore efficacia da un punto di vista statistico. Tra le migliori configurazioni grafiche di inversione c’è senza alcun dubbio l’engulfing pattern. Questa struttura grafica appare in fondo a una robusta correzione dei prezzi o alla fine di un forte trend direzionale

L’engulfing pattern è spesso una candela outside che contiene interamente quella precedente (non solo il real body, ma tutto il range della candela). Quando appare vuol dire che sta per iniziare un’inversione del trend, sebbene sia anche possibile trovare questo pattern a seguito di correzioni molto pronunciate lungo forti trend direzionali assumendo così una valenza di pattern di continuazione del trend.

La versione rialzista del pattern viene chiamata bullish engulfing. Il contesto iniziale vede i prezzi scendere con forza all’insegna del trend principale di mercato. Poi si forma una candela ad ampio range che avvolge il corpo della candela precedente (ecco il perché della parola engulfing, cioè abbraccio). Il corpo della candela rialzista apre sotto la chiusura del corpo dell’ultima candela ribassista e alla fine chiude sopra l’apertura della candela precedente.

Questo pattern esprime un profondo cambiamento della tendenza di mercato. La formazione della prima candela che compone il pattern è in linea con il sentiment ribassista del mercato e tutto fa pensare a un proseguimento del ribasso senza alcun problema. La comparsa della candela rialzista, caratterizzata da un range molto ampio e da una chiusura forte, segnala la possibilità che i compratori si siano impossessati del trend di mercato. I venditori sono con le spalle al muro: rischiano di beccarsi un’inversione per cui iniziano a liquidare le posizioni short aperte in precedenza, mentre altri ribaltano questa posizioni ribassiste aprendo trade long accanto ai nuovi compratori. L’equilibrio di mercato è mutato radicalmente e difficilmente non si avrà un’inversione. Da un punto di vista operativo, si entra long al superamento del massimo della seconda candela con stop loss sotto il minimo del pattern (sempre la seconda candela, cioè quella rialzista). Il primo target può essere 1,5 – 2 volte l’ampiezza del rischio iniziale a partire dal punto di ingresso, mentre il secondo target può essere molto ambizioso considerando che spesso le inversioni tendono a protrarsi nel medio periodo.

La versione ribassista del pattern è il bearish engulfing. Da un punto di vista del significato cambia poco, visto che si tratta semplicemente della versione speculare. Si comincia verificando la forza di un trend rialzista, che apparirà molto solido e convincente. All’improvviso si formerà una candela ribassista molto ampia che abbraccerà il corpo della candela precedente rialzista. La seconda candela, che va a completare definitivamente il pattern, mostrerà un’apertura al di sopra della chiusura della candela precedente e una chiusura inferiore all’apertura della prima candela

La psicologia del pattern ricalca quella della versione rialzista, anche se ora valgono chiaramente le considerazioni opposte. Il pattern inganna tutti coloro che pensavano a un proseguimento al rialzo della tendenza di mercato, mostrando un improvviso cambiamento di umore che si materializza con la formazione di un pattern ribassista dalle elevate probabilità di successo. Ad aumentare le possibilità di successo del pattern è soprattutto l’ampiezza della seconda candela rispetto alla prima: una maggiore escursione al ribasso rispetto alla precedente candela rialzista mostra chiaramente una netta presa di posizione degli investitori con una predominanza dei venditori. Da un punto di vista operativo si entra short sulla perdita del minimo della seconda candela con stop loss iniziale sopra il massimo della candela stessa. Per quanto riguarda il primo target, l’ideale è sempre avere un rendimento atteso di 1,5 o 2 volte il rischio iniziale e conservare aspettative di guadagno più ambiziose per il secondo target.

Risulta essere comunque sempre necessario verificare l’attivazione del pattern. Questo significa che, per quanto riguarda il bullish engulfing, i prezzi dovranno in ogni caso superare il massimo del pattern per identificare esattamente il momento in cui sarà possibile prendere posizione sul mercato con aspettative rialziste. Se ciò non dovesse avvenire, con i prezzi che contrariamente vanno a perforare il minimo del pattern, si parlerà di negazione del pattern, che non darà luogo a nessuna opportunità d’acquisto. Le stesse considerazioni vanno fatte anche per il bearish engulfing. L’attivazione del pattern si avrà solo se i prezzi andranno sotto il minimo del pattern, mentre se dovesse esserci un proseguimento della tendenza rialzista con i prezzi sopra il massimo del pattern, si parlerà anche in questo caso di negazione del pattern e non bisognerà in nessun caso prendere in considerazione l’opportunità di entrare short sul mercato.