Volete aprire un’ attività commerciale, ma non sapete quale risulta essere la procedura da seguire? Non sapete muovermi nel labirinto della burocrazia? Innanzitutto per avere le prime e basilari informazioni noi vi consigliamo di chiedere informazioni presso le Camere di Commercio della vostra zona di appartenenza. Ma per fornirvi un orientamento vi presentiamo alcune regole basilari da rispettare.

Chi volesse aprire un bar, un ristorante o qualsiasi altra attività che abbia come scopo quello della somministrazione di alimenti, bevande deve sapere che la legge 248/06 (che ha stabilito norme urgenti per lo sviluppo, la promozione e la crescita della concorrenza e della competitività) ha abolito l’obbligo di iscrizione al Rec. Questi locali vengono anche definiti locali di vendita per il consumo sul posto.

I requisiti variano ovviamente da Regione a Regione, anche perché le regole in questo ambito sono state molto modificate da alcuni decreti legge.

In linea generale
Bisogna aver conseguito la maggiore età
Aver frequentato un corso professionale per la somministrazione di alimenti, riconosciuto dalla Regione. (Corsi di scuole alberghiere o titolo equivalente riconosciuto).
Avere un’ esperienza di almeno due anni (negli ultimi cinque) in locali o attività che si occupino della somministrazione di alimenti e bevande.

Bisogna comunque rivolgersi alle camere di commercio locali.